Come avviare un cannabis social club

Come avviare un cannabis social club

UN'INIZIATIVA CITTADINA PER UN MERCATO LEGALE DELLA CANNABIS

I "Cannabis Social Club" sono associazioni civiche che organizzano la coltivazione di una quantità limitata di cannabis per i propri bisogni personali. In conformità con la legislazione del loro paese, stabiliscono un ciclo chiuso di produzione, distribuzione e consumo.

I "Cannabis Social Club" che operano legalmente sono già operativi in ​​Spagna e Belgio. L'istituzione di un club sarebbe possibile in qualsiasi paese in cui l'uso di cannabis non è punibile. Nel dicembre 2011 era un codice di condotta per i “Cannabis Social Club” europei allenato.

Le convenzioni internazionali sulle droghe non contengono un obbligo vincolante che imponga ai paesi di vietare l'uso e la coltivazione della cannabis per uso personale. Di conseguenza, i paesi firmatari possono esentare il consumo e introdurre una regolamentazione della coltivazione per uso personale senza dover temere sanzioni internazionali. Queste misure costituiscono la base di una legislazione razionale, ma non sono sufficienti. La coltivazione per uso personale non può soddisfare l'enorme domanda. Né includono automaticamente garanzie di protezione contro tutti i rischi per la salute o la divulgazione al mercato nero. Per minimizzare questi rischi è necessario un sistema di produzione e distribuzione più sofisticato.

La soluzione più razionale è la collettivizzazione della coltivazione per uso personale. I consumatori adulti che non vogliono coltivare da soli possono costituire delle associazioni senza scopo di lucro, i “Cannabis Social Club”; con lo scopo di fornire un accesso legale, sicuro e trasparente alla cannabis per i suoi membri. Raggiungono questo obiettivo utilizzando un modello per un mercato regolamentato in cui l'offerta è sempre basata sulla domanda. Ciò significa che la produzione è limitata a un importo fisso che copre le esigenze dei membri.

Continua a leggere se vuoi creare questa opportunità nel tuo paese.

LA PROCEDURA IN QUATTRO PASSI

Se stai pianificando di creare un "cannabis social club", devi tenere presente che qualsiasi collegamento con il mercato illegale dovrebbe essere evitato. Un CSC non dovrebbe solo apparire legale, dovrebbe essere legale ed essere in grado di dimostrarlo in un tribunale. Pertanto, è necessaria una rigida disciplina nell'amministrazione e nell'organizzazione. Ogni club ha bisogno di membri che partecipino attivamente all'organizzazione, in forme diverse e con responsabilità diverse. Le regole dovrebbero essere chiare e semplici e controllate democraticamente. È bene rivolgersi ad un avvocato che possa offrire consulenza sui passi da compiere e, a lungo andare, predisporre la difesa legale se necessario.

Prima di fare il primo passo, controlla la base legale per il consumo di cannabis nel tuo paese. Se l'uso non è considerato un reato e il possesso di piccole quantità per uso personale non comporta procedimenti penali (vedi panoramica dei limiti legali nei paesi dell'UE) dovrebbe essere possibile organizzare una difesa legale di successo per un cannabis social club. Sulla base del diritto delle persone al consumo, dovrebbero essere autorizzate a crescere per il proprio consumo.

PRIMO PASSO. PRESENTAZIONE AL PUBBLICO DELL'INIZIATIVA

Il primo passo è la presentazione pubblica dell'iniziativa di organizzare un "Cannabis Social Club" attraverso una conferenza stampa o un'azione pubblica. È meglio coinvolgere una persona nota (prova a lavorare con un politico o un artista) per ottenere la copertura della stampa e, se possiedi apertamente semi, piante o (piccole quantità) di cannabis al momento della presentazione, per ridurre il rischio di azione penale per ridurre al minimo.

La presentazione dovrebbe chiarire che l'unico scopo del club è quello di fornire coltivazione di sussistenza per i membri adulti e l'accesso a un'alternativa legale, sicura e trasparente al mercato illegale.

Se non vi è alcuna risposta legale che indichi la futura prosecuzione dell'iniziativa, è il momento della Fase 2.

PASSO DUE. CREAZIONE DEL CLUB

Il secondo passo è l'istituzione ufficiale di un "Cannabis Social Club", come associazione di consumatori e produttori di cannabis che insieme coltivano la quantità di cannabis per coprire i propri bisogni attraverso un ciclo chiuso. Istituire un Comitato Esecutivo, con almeno un Presidente, un Segretario e un Tesoriere, e stabilire un processo decisionale trasparente e democratico in modo che tutti i membri siano a conoscenza delle fasi principali dell'organizzazione, della stipula di accordi finanziari, ecc.

Nello statuto, dovresti indicare lo scopo dell'associazione: evitare i rischi per la salute derivanti dall'uso di cannabis insiti nel mercato illecito (come: stretching). Puoi anche fare riferimento allo scopo di ricercare la pianta di cannabis e i modi più sani e rispettosi dell'ambiente per coltivarla, oltre a promuovere un dibattito sociale sullo stato legale della cannabis e dei suoi consumatori. Se lo desideri, puoi ottenere statuti modello da ENCOD da club esistenti in Spagna e Belgio.

Gli statuti devono essere registrati e riconosciuti dalle autorità competenti (autorità giudiziarie locali).

Inizia ad iscrivere i membri (assicurati che siano già consumatori di cannabis o che abbiano una condizione medica riconosciuta in cui l'uso di cannabis non è dannoso e potrebbe persino essere benefico).

Inizia a crescere! Determina la quantità necessaria per i bisogni dei membri e organizza la produzione comunitaria di questa quantità in una piantagione collettiva. Assicurati che la coltivazione sia biologica, c'è una buona gamma di piante disponibili in modo che i membri possano sempre scegliere tra diverse varietà per trovare quella giusta per loro.

Assicurati che le persone coinvolte nella piantagione o nel trasporto di piante e/o cannabis abbiano sempre con sé documenti, spiega come funziona l'associazione e fai riferimento alle basi legali. Da questi documenti dovrebbe essere evidente che la cannabis viene coltivata nella piantagione della comunità a beneficio dei membri che possono essere identificati dai loro documenti di identificazione ufficiali (ad esempio: copie delle carte d'identità). Questi documenti possono essere fondamentali per evitare procedimenti penali nei confronti dei membri sostenitori dell'associazione nel caso in cui le autorità decidano di intervenire.

A seconda della situazione legale nel tuo paese, la distribuzione, il consumo e la raccolta possono avvenire nel club.

FASE TRE. PROFESSIONALIZZA IL CLUB

Nel tempo, il numero dei membri aumenterà e richiederà un'organizzazione più professionale della produzione, dei trasporti, delle transazioni monetarie, ecc. Affinché l'associazione mantenga il controllo sulle piante, si raccomandano diverse piantagioni su piccola scala.

Ogni club può avere le proprie regole riguardanti l'uso dello spazio del club, il pagamento delle quote associative, l'attaccamento, lo spirito di comunità, ecc. secondo lo statuto. In queste regole puoi includere principi di condotta per i membri; come la vendita di cannabis prodotta dal club ai non soci, in particolare ai minori.

Per evitare problemi e malintesi, potrebbe essere nell'interesse di tutti far sapere alle autorità che state coltivando cannabis collettivamente. Alcuni club lo hanno fatto attraverso un avviso all'autorità locale, alla stazione di polizia più vicina o al governo locale, altri hanno semplicemente emesso un comunicato stampa.

Il fatto che tu sia un'associazione senza scopo di lucro non significa che non possano aver luogo transazioni commerciali. Produrre cannabis di buona qualità in modo sano e sicuro richiede un duro lavoro e dovrebbe essere ricompensato. Per lavorare insieme come associazione civica bisogna sostenere delle spese e premiare chi dirige l'associazione.

Il prezzo dovrebbe essere fissato in un processo trasparente e democratico. Può includere i seguenti costi: affitto della stanza, acqua, elettricità, materiali, stipendi, spese d'ufficio, benzina e spese generali del club. Questa somma viene poi divisa per la quantità di cannabis prodotta dal club per dare il prezzo al grammo. In Spagna e Belgio è stato possibile raggiungere un prezzo compreso tra 3 e 4 euro al grammo. La maggior parte dei club lavora con budget annuali, quindi il prezzo può essere adeguato ogni anno. Altrimenti, questo può essere fatto ad ogni raccolto (ogni 3-4 mesi).

Se si realizzano utili, questi vengono utilizzati a beneficio dell'associazione. Se si realizzano più utili di quelli necessari per gli scopi dell'associazione, la prima cosa che si può fare è ridurre la quota associativa annuale.

Le transazioni finanziarie devono essere sempre documentate (spese tramite fatture, pagamenti in entrata tramite ricevute). Questo è importante per poter dimostrare in tribunale che il club non era coinvolto in attività illegali. Aiuta anche a garantire la trasparenza finanziaria del club.

È una buona idea istituire un meccanismo di controllo esterno per l'organizzazione; da parte di un soggetto non aderente che sia in grado di valutare se i metodi utilizzati soddisfano gli standard previsti.

PASSO QUATTRO. LOBBY PER IL REGOLAMENTO LEGALE DEI CANNABIS SOCIAL CLUB NEL TUO PAESE.

Ciò che rimane, una volta che un "cannabis social club" funziona correttamente, è convincere i politici e le autorità a mettere in atto un quadro normativo legale per i club, in termini di permessi, tasse e controlli esterni.

Nella maggior parte dei casi, i politici, gli esperti legali, i giudici o gli agenti di polizia semplicemente non sanno come iniziare a regolamentare un mercato legale della cannabis. Questo può anche essere utile nel processo: senza una storia, i modelli proposti dagli stessi consumatori possono essere accettati più facilmente.

fonte: codifica.org

Esaurito? Iscriviti alla nostra lista d'attesa di Dreadbag: unisciti alla lista d'attesa! Ti informeremo non appena il prodotto che desideri sarà disponibile. Lascia il tuo indirizzo email valido qui sotto: ti informeremo quando il prodotto sarà disponibile in magazzino. Per favore lascia il tuo indirizzo email valido qui sotto.

Nessun campo trovato, vai alle impostazioni e salva/reimposta i campi