Codice di condotta per i Cannabis Social Club europei

Codice di condotta per i Cannabis Social Club europei

Encod presenta un codice di condotta per i Cannabis Social Club europei. Questo codice di condotta è stato sviluppato dai membri di Encod provenienti da Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Spagna e Regno Unito. Alcuni stanno già gestendo legalmente CSC nel loro paese, altri sono in procinto di essere incorporati una volta che le leggi locali consentiranno la coltivazione di cannabis per uso personale. Scoprire di più si prega di contattare encod.org 

CANNABIS SOCIAL CLUB EUROPEI

CODICE DI CONDOTTA

Dicembre 2011.

A causa della mancanza di un quadro giuridico relativo alla coltivazione della cannabis per uso personale, noi, consumatori di cannabis di tutta Europa, abbiamo sviluppato il nostro modello di regolamentazione e controllo.

Questo modello, chiamato Cannabis Social Clubs, mira a impedire ai consumatori di cannabis di impegnarsi in attività illegali attraverso il loro consumo e garantisce il rispetto di determinati requisiti di salute pubblica e sicurezza. I Cannabis Social Club (CSC) sono organizzazioni senza scopo di lucro incorporate gestite da consumatori adulti di cannabis. I CSC potrebbero operare in qualsiasi paese che abbia depenalizzato il possesso di cannabis per uso personale.

Ad esempio, nei paesi in cui questo non è ancora il caso, i CSC potrebbero essere considerati come un progetto pilota da preparare quando cambieranno le leggi che regolano la coltivazione della cannabis per uso personale. Secondo Articolo 12 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo i cittadini europei hanno il diritto di organizzarsi per tutelare i propri interessi. Se le loro attività non minacciano la salute della società nel suo insieme o l'ordine pubblico.

I Cannabis Social Club organizzano la coltivazione collettiva di una quantità di cannabis destinata esclusivamente al consumo privato dei propri membri. La capacità produttiva di un CSC si basa sul livello previsto di consumo annuo da parte dei suoi membri, con un adeguato buffer per poter contrastare efficacemente il rischio di un cattivo raccolto, furto o un bisogno aggiuntivo, ad esempio per motivi medici . Le regole interne di un CSC includono un registro di come è stato gestito qualsiasi eccesso.

Prima di diventare membro di un Cannabis Social Club, il richiedente deve dichiarare di essere un consumatore di cannabis o fornire una diagnosi per garantire che la persona soffra di una condizione medica indotta dall'uso di cannabis. Le diagnosi che possono essere trattate con la cannabis possono essere trovate negli elenchi regolarmente pubblicati di Associazione internazionale della cannabis come medicina (IACM).

I nuovi membri dei Cannabis Social Club forniscono una dichiarazione dei loro diritti e responsabilità e la quantità stimata di utilizzo. Le conversazioni private consentono ai club di identificare e contrastare i modelli di consumo problematici dei loro membri. I Cannabis Social Club prevengono attivamente possibili danni, riducono al minimo i rischi e promuovono forme di consumo sicure tra i loro membri.

I Cannabis Social Club mantengono resoconti completi e trasparenti di come i membri soddisfano i propri bisogni attraverso la coltivazione collettiva, i numeri di iscrizione assicurano che l'importo richiesto sia disponibile e si possa tenere un registro di quanto ogni membro utilizza e si possono raggiungere i limiti. Questo per impedire la divulgazione a terzi.

I Cannabis Social Club mantengono registrazioni complete e trasparenti di dove si trova il raccolto nel ciclo di vita, quali metodi di coltivazione vengono utilizzati e, naturalmente, quali livelli di raccolto sono adatti per la condivisione. Le ispezioni vengono condotte a campione dai rappresentanti dell'associazione per verificare le misure di sicurezza e il volume stimato del raccolto.

I metodi di coltivazione, trattamento post-raccolta, ecc. seguono gli standard dell'agricoltura biologica, con un uso sostenibile delle risorse naturali.

Una volta controllato il raccolto e quantificata la quantità finale del raccolto, il raccolto sarà trasportato dal luogo di produzione ai locali di distribuzione controllata da un rappresentante dell'associazione, con autorizzazione scritta.

I Cannabis Social Club sono caratterizzati da trasparenza, democrazia e non redditività. Funzionano come un'associazione che lascia apertamente ai membri la decisione sugli accordi finanziari. Ciò dovrebbe garantire in ogni momento che i membri possano capire quali costi sono sostenuti e in quali soldi vengono investiti.

Almeno una volta all'anno, i CSC organizzano un'assemblea generale in cui vengono discussi e approvati i rapporti annuali. Questi rapporti forniscono un bilancio completo delle entrate e delle spese per l'anno finanziario passato.

I Cannabis Social Club possono scegliere di pagare ai dipendenti un compenso ragionevole per il loro servizio. Ciò consente di creare posti di lavoro e il settore pubblico risparmia denaro che altrimenti verrebbe utilizzato per procedimenti penali.

A differenza degli spacciatori che gestiscono il mercato nero illegale, i Cannabis Social Club sono disposti ad avviare un dialogo con le autorità per fornire una visione completa di come operano. Le autorità statali dovrebbero essere in grado di verificare in qualsiasi momento il rispetto delle disposizioni di legge. CSC crea un'alternativa al mercato nero che impedisce anche l'accesso dei minorenni alla cannabis. CSC ha interesse a garantire l'organizzazione e le sue attività attraverso disposizioni di legge.

fonte: codifica.org

Esaurito? Iscriviti alla nostra lista d'attesa di Dreadbag: unisciti alla lista d'attesa! Ti informeremo non appena il prodotto che desideri sarà disponibile. Lascia il tuo indirizzo email valido qui sotto: ti informeremo quando il prodotto sarà disponibile in magazzino. Per favore lascia il tuo indirizzo email valido qui sotto.

Nessun campo trovato, vai alle impostazioni e salva/reimposta i campi